T.A.R. Emilia - Romagna, Bologna, sez. I, 1 giugno 2020, n. 366

Il termine per la proposizione dei motivi aggiunti del provvedimento già impugnato in principalità, una volta presentata l’istanza di accesso, deve essere determinato nella misura di trenta giorni decorrenti dal giorno dell’espletamento dell’accesso, meno il numero di giorni, diminuiti di uno, intercorrenti tra la data di comunicazione dell’aggiudicazione e la data di presentazione dell’istanza di accesso.

 

 

Abbonati per continuare a leggere

Un anno di abbonamento a soli 89.90 €

Sei già abbonato? Accedi