T.A.R.Campania, Napoli, sez. III, sentenza 4 ottobre 2019, n. 4753

L’ambito d'immediata impugnabilità di un bando di gara non è circoscritto alle sole sue clausole stricto sensu escludenti, ma ricomprende anche altre evenienze particolari, tra le quali quella che la lex specialis del caso concreto non sia tale da consentire la formulazione di una seria e ponderata offerta ed è ammessa altresì in presenza di disposizioni abnormi o illogiche che rendano impossibile il calcolo di convenienza tecnica ed economica ai fini della partecipazione alla gara. Di talché, devono ritenersi di immediata impugnabilità le clausole della lex specialis recanti specifiche tecniche implicanti la fornitura di “beni” non immediatamente reperibili in commercio e/o necessitanti modifiche tecniche eccessivamente onerose per l’operatore economico.

 

 

 

Abbonati per continuare a leggere

Un anno di abbonamento a soli 89.90 €

Sei già abbonato? Accedi