TAR Umbria, 17 giugno 2019, n. 331

1.  L’Azienda Sanitaria Locale è tenuta ad applicare le norme in materia di tutela di libera concorrenza anche nel caso di accordi contrattuali stipulati ai sensi dell’art. 8 quinquies del D.lgs. n. 502/92. Obbligo di attivare la procedura comparativa al fine di individuare i soggetti privati accreditati ad erogare prestazioni sanitarie secondo criteri oggettivi, non discriminatori e di efficienza.

2.  E’ da considerare illegittima la prassi adottata dall’Azienda sanitaria di prorogare accordi contrattuali in essere con il SSN, impedendo a tempo indeterminato ad altri operatori privati aventi i requisiti di poter ambire alla convezione ex art. 8 quniquies dal D.Lgs. n. 502/92.

 

Conforme: Consiglio di Stato, sez. III, 16 settembre 2013, n. 4574

 

 

Abbonati per continuare a leggere

Un anno di abbonamento a soli 89.90 €

Sei già abbonato? Accedi