TAR Piemonte, sez. I, 27 agosto 2019, n. 960

1. È legittima e conforme all’art. 83, c. 5, d.lgs. n. 50 del 2016 la clausola del disciplinare di gara che, al fine di garanzia della solidità finanziaria dell’aggiudicatario, richieda al concorrente per più lotti da eseguirsi contemporaneamente il possesso di un fatturato pari alla somma dei fatturati richiesti per la partecipazione ai singoli lotti (1).

2. In ipotesi di rti e cumulo dei lotti, la mandataria dovrà dimostrare di possedere il requisito del fatturato cumulativo in misura maggioritaria rispetto alle mandanti (e non solo con riguardo ai singoli lotti individualmente considerati) (2).

(1) (2) conformi: TAR Lazio, II, 6 marzo 2017 n. 3136; Cons. Stato, V, 3 aprile 2018, n. 2043.

 

 

Abbonati per continuare a leggere

Un anno di abbonamento a soli 89.90 €

Sei già abbonato? Accedi